Accesso ai servizi

21/04/2019, 22/04/2019

Maestri di Gusto in Fiera 2019



Maestri di Gusto in Fiera 2019


RELAZIONE ILLUSTRATIVA

L’annuale appuntamento con la Fiera di Pasqua di Pamparato, denominata “MAESTRI DI GUSTO IN FIERA”, giunta alla sua 32° edizione, si è tenuta il 21 e 22 aprile 2019.

L’evento, che si configura come mostra-mercato  regionale, si propone di promuovere le indubbie qualità delle attività agricole ed artigianali, in particolare quelle cui è stata riconosciuta la qualifica DE.CO. (a valenza comunale) o Eccellenza Artigiana (a valenza regionale).

Gli espositori saranno distribuiti lungo le antiche vie del borgo, sulla piazza e nel Castello Cordero, sede del Municipio, alternati a dimostrazioni pratiche dei MESTIERI DI UNA VOLTA, dei GIOCHI D’ALTRI TEMPI e di SCULTURA CON LA MOTOSEGA.

Nel pomeriggio di sabato 20 (vigilia di Pasqua) sarà possibile incontrare Beppe Prato, un saggio cuoco-filosofo che custodisce “non troppo gelosamente” LE PIU’ ORIGINALI TRADIZIONI GASTRONOMICHE DEL TERRITORIO, riversate nella sua più recente produzione editoriale, accompagnate da aneddoti, ricordi, storie di vita vissuta e spunti di saggezza; il giorno di Pasqua, i visitatori aspiranti chef potranno arricchire il loro bagaglio di conoscenze con i LABORATORI DI CUCINA, cimentandosi nella preparazione dei piatti della cucina del Basso Piemonte.

 L’appuntamento sarà arricchito da numerose iniziative che, oltre a stimolare l’interesse dei visitatori, miglioreranno la conoscenza del territorio, delle attività agricole ed artigianali che vi si svolgevano (e che in parte ancora vi si svolgono) coinvolgendo attori di un territorio ampio che tramandano le loro esperienze con dimostrazioni ed iniziative formative, come Andrea Giaccone, l’ARTIGIANO DEL LEGNO che da parecchi anni mancava dalla Fiera di Pamparato, come i liutai della liuteria Ca’ Rion Marianna Ercole e Nedim Dervic  che apriranno, per l’occasione, il loro LABORATORIO DI COSTRUZIONE DI STRUMENTI MUSICALI allestito nel Castello Cordero.

A Pamparato, oltre cinquant’anni fa, la fondazione dell’Istituto Musicale e la quasi contemporanea nascita del Festival dei Saraceni, posero i primi tasselli di una vocazione per la musica barocca che si tramanda fino ai giorni nostri: per non dimenticare il passato ma, al contempo, per rendere l’esperienza fruibile  da un pubblico più vasto, la musica antica uscirà dalle sale da concerto per trasformarsi nella “CLASSICA IN PIAZZA” (con il contributo della attuale direzione artistica del Festival dei Saraceni) mentre i costumi di scena che vennero utilizzati nel corso delle varie edizioni della cinquantennale esperienza musicale saranno riportati alla luce e sfileranno in una interessante quanto singolare SFILATA D’ALTRI TEMPI.

La manifestazione vuole anche valorizzare l’imprescindibile contributo sociale e culturale che le attività di volontariato svolgono sul territorio:

Ivana Mussano, una guida esperta (naturalmente volontaria!), ci aiuterà  a scoprire tutti i segreti del luogo, accompagnandoci ad effettuare il TOUR DELLE 23 FONTANE che consente di visitare il borgo a piedi, l’antica Parrocchiale e la splendida chiesa di SAN BERNARDO con i preziosi dipinti del circuito “Preghiera Dipinta” (esclusivamente su prenotazione: bibliotecapamparato@gmail.com oppure telefonando al numero 335 7384924)

Loredana Di Carlo  curerà le visite al Museo degli usi e costumi della gente di montagna di Serra Pamparato

Non mancheranno poi i momenti di intrattenimento peculiari delle feste di paese, a base di MUSICA POPOLARE e GIOCHI PER I PIU’ PICCINI, integrati, quest’anno, dal BATTESIMO DELLA SELLA PER I BAMBINI e dalla PASSEGGIATA IN CARROZZA, ambedue in collaborazione con il Centro Ippico “La Canunia” di Lurisia.

E come consuetudine, il Lunedì di Pasquetta sarà possibile degustare l’imperdibile POLENTA ‘D FURMENTIN, fiore all’occhiello della cucina pamparatese, preparata con la farina di grano saraceno dalle mani esperte dei volontari della Pro Loco ed accompagnata dai formaggi di valle e dagli immancabili biscotti di meliga.